Fonti Medievali

All’altezza del tabernacolo, svoltando a destra, scendiamo verso Porta alle Fonti, che si apre sulla campagna e conduce alle fonti pubbliche dove si attingeva l’acqua e si lavavano i panni; anticamente venivano anche usate dalle Arti dei Lanaioli e dei Pellai.
La costruzione, che risale al ‘300, presenta dieci archi romanici a sesto acuto che si ergono sulla primitiva fonte di pietra longobarda risalente al IX secolo.